Con il Dott codice della prostata in ICD 10

Alfa bloccanti trattamento della prostatite

Recommend Documents. Linee guida per la sottomissione. Linee guida per la trasparenza, la semplificazione del linguaggio e Identificazione del personale a contatto con il pubblico Nella Pubblica Amministrazione semplificazione e trasparenza vogliono dire anche saper scrivere testi.

Linee-guida per la ricerca e la sua - AIP Il primo paragrafo illustra brevemente il ciclo della ricerca scientifica e le fasi Linee Guida per l'Autismo - Sinpia.

Si legga:. Bozza linee guida nazionali per la certificazione energetica Linee guida per il marketing e la comunicazione ambientale - Green Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio Linee guida sul calcestruzzo strutturale e per la Linee Guida per contrastare la violenza verso le donne. Linee guida consigliate per la stesura della relazione finale. Linee guida per l'interpretazione dell'elettrocardiogramma neonatale.

Linee guida metodologiche per rilevazioni statistiche. Linee guida per esportare in Russia. ASP Agrigento. ASP Caltanisetta. ASP Catania. ASP Enna. ASP Messina. Linee guida per la compilazione e la codifica ICDCM della scheda di dimissione ospedaliera revisione Agenzia di Sanità Pubblica. Regione Lazio Il Servizio sanitario regionale deve infatti essere basato su un sistema di regole certe, trasparenti e condivise che permettano a tutti gli attori del sistema con il Dott codice della prostata in ICD 10 svolgere i compiti e le funzioni loro assegnate nel rispetto dei principi di efficacia, efficienza, appropriatezza ed equità.

Da questa prospettiva, le informazioni cliniche relative all'attività ospedaliera sono elementi conoscitivi di grande rilievo, sia perché concorrono a determinare il finanziamento delle prestazioni erogate ai cittadini, sia perché vengono utilizzate con sempre maggiore frequenza a fini di valutazione della qualità dell'assistenza e dei requisiti per l'accreditamento degli istituti di ricovero e cura.

E' quindi utile che tutti i soggetti erogatori dispongano di strumenti aggiornati in grado di documentare con la necessaria accuratezza le prestazioni assistenziali e concorrere al governo clinico delle strutture di cura. Da questo punto di vista, è necessario che le nuove Linee guida per la compilazione e la codifica abbiano la più ampia diffusione tra gli istituti di cura della Regione e rappresentino il riferimento tecnico essenziale per la codifica delle informazioni con il Dott codice della prostata in ICD 10 relative ai ricoveri ospedalieri.

L'Assessore alla Sanità Augusto Battaglia 3 Introduzione L'attività dell'Agenzia di Sanità Pubblica del Lazio nel miglioramento della qualità delle informazioni riportate dalla scheda di dimissione ospedaliera è stata in questi anni continua. Un tale impegno è giustificato dall'importanza che i dati provenienti dal sistema informativo ospedaliero assumono nel finanziamento dell'attività ospedaliera e nella valutazione della qualità delle prestazioni erogate alla popolazione.

La buona qualità delle informazioni trasmesse garantisce l'equità distributiva delle risorse a disposizione del Servizio sanitario regionale e consente valutazioni accurate dell'esito e dell'appropriatezza dell'assistenza fornita.

Tale costante impegno si è esplicato sia attraverso i sistemi di controllo e gli studi di valutazione sulla qualità della codifica delle informazioni cliniche sia, soprattutto, nella pubblicazione delle Linee guida regionali per la compilazione e la codifica della scheda di dimissione ospedaliera. Per questi motivi, l'Agenzia ha intrapreso con tempestività la strada di aggiornare le Linee guida regionali e rendere disponibile a tutte le strutture regionali di ricovero il nuovo manuale.

La Revisione delle Linee guida regionali ha permesso di estendere le norme di codifica al nuovo sistema di classificazione ICDCM e ha fornito nel contempo l'opportunità di aggiornare le raccomandazioni di codifica per molte discipline, nonché di riunire in un'unica pubblicazione i volumi precedentemente pubblicati e le ulteriori indicazioni contenute nelle circolari regionali.

Il Direttore Generale Prof. Le Linee guida sono state concepite con l'obiettivo di fornire uno strumento con il Dott codice della prostata in ICD 10 per la compilazione e la codifica della SDO, in aggiunta al manuale della Classificazione ICDCM, che insieme alle regole generali per il suo utilizzo riportate nel D.

Lo scopo delle Linee guida è quello di contribuire a migliorare la qualità delle informazioni cliniche riportate sulla SDO e di raggiungere una maggiore appropriatezza nell'utilizzo dei codici ICDCM. Inoltre, il con il Dott codice della prostata in ICD 10 nelle attività di codifica permette di disporre di informazioni cliniche di più elevata qualità, necessarie per la valutazione delle diverse dimensioni dell'assistenza ospedaliera: efficacia, appropriatezza, efficienza ed equità.

Queste attività di valutazione, condotte sulla scorta dei dati amministrativi generati dai sistemi informativi, hanno un ruolo di rilievo sempre maggiore nel governo della sanità regionale e nel governo clinico dei presidi e dei dipartimenti ospedalieri. Nel dicembre sono state pubblicate dall'Agenzia di Sanità Pubblica le Linee guida regionali, riguardanti la maggioranza delle principali discipline cliniche.

Nei primi mesi delcon la predisposizione delle Linee guida per le specialità cliniche non trattate precedentemente, è stato ulteriormente ampliato il campo d'azione che attualmente riguarda la quasi totalità delle discipline mediche di rilevanza ospedaliera. Le Linee guida sono state redatte, con il coordinamento dell'Agenzia di Sanità Pubblica, da gruppi di lavoro disciplinari composti da clinici autorevoli e da esperti in codifica della SDO, in rappresentanza delle diverse realtà della sanità regionale.

I gruppi di lavoro hanno affrontato le condizioni cliniche e i trattamenti di più frequente occorrenza e quelli fonte di comportamenti di codifica non omogenei. I gruppi di lavoro si sono avvalsi di diverse fonti bibliografiche, sia italiane che straniere, comprese le Linee guida elaborate da altre regioni italiane in questo ambito. Le bozze delle Linee guida sono state messe a disposizione delle Società medico-scientifiche regionali e nazionali competenti, che, quando ritenuto opportuno, hanno espresso commenti ed indicato utili miglioramenti.

Un gruppo di lavoro interno all'Agenzia di Sanità Pubblica ha revisionato le Linee guida esistenti, verificandone la coerenza e l'attualità alla luce delle novità apportate dalla nuova versione italiana della classificazione. Allorché la revisione ha suggerito modifiche sostanziali sono stati coinvolti i gruppi di lavoro responsabili della prima stesura. Inoltre sono state riviste ed aggiornate, mantenendo la metodologia precedentemente adottata, le Linee guida riguardanti alcune discipline cliniche, in particolare Neonatologia, Ortopedia e traumatologia, Pneumologia e Riabilitazione.

Le indicazioni riportate nelle presenti Linee guida sono in sintonia con le "Linee guida per la codifica delle informazioni cliniche presenti nella scheda di dimissione ospedaliera", definite dalla Direzione Generale della Programmazione Sanitaria del Ministero della Salute con il contributo del gruppo di lavoro composto da esperti di varie regioni italiane tra cui il Lazio, e approvate dalla Conferenza Stato-Regioni il 6 giugno Le diagnosi correlate ad un precedente ricovero che non hanno influenza sul ricovero attuale non devono essere segnalate.

Quindi, per diagnosi secondaria deve intendersi qualunque condizione diversa dalla diagnosi principale che influenzi l'assistenza erogata al paziente in termini di trattamento terapeutico, con il Dott codice della prostata in ICD 10 diagnostiche eseguite, durata della degenza, assistenza infermieristica, monitoraggio clinico.

La corretta individuazione delle diagnosi secondarie compete al medico responsabile dell'assistenza nel corso del ricovero. Nel caso in cui nella cartella clinica siano indicate, oltre a quella principale, più di cinque forme morbose che rispondano ai criteri qui riportati di identificazione delle diagnosi secondarie, devono essere selezionate e codificate quelle che a giudizio del medico che ha formulato la diagnosi possono aver esercitato il maggior peso in relazione alle necessità assistenziali ed alla complessità del trattamento ricevuto dal paziente.

Tra le diagnosi secondarie devono essere obbligatoriamente riportate le infezioni insorte nel corso del ricovero. Riportare gli altri interventi chirurgici eventualmente effettuati nel corso dello stesso ricovero, nonché le procedure diagnostiche e terapeutiche più importanti fra quelle cui è stato sottoposto il paziente.

Se nel corso dello stesso ricovero si evidenzia più di una condizione con caratteristiche analoghe, deve essere selezionata quale principale quella che è risultata essere responsabile dell'impiego maggiore di risorse. Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio. Roma: ASP, Volume secondo. Revisione Firenze: Torino: Centro Scientifico Editore, Manuale operativo per la codifica degli episodi di ricovero in riabilitazione.

Brown F. American Hospital Publishing, Inc. Centers for Disease Control and Prevention. MMWR ; Giorn It Con il Dott codice della prostata in ICD 10 Immunol Clin ; 8: Guida alla ICDCM: manuale pratico per la compilazione della parte sanitaria nella nuova scheda di dimissione ospedaliera. Roma: Il Pensiero Scientifico Editore, Errigo E.

Malattie Allergiche. Eziopatogenesi, diagnostica e terapia. Roma: Lombardo Editore, Classificazione delle cardiopatie congenite e degli interventi di cardiologia e cardiochirurgia pediatrica per una codifica standardizzata della documentazione di ricovero. G Ital Cardiol ; Gruppo di Studio Pediatria Ospedaliera. Società Italiana di Con il Dott codice della prostata in ICD 10.

Clin Exp Immuno ; Allegato 1 dell'Accordo Stato-Regioni del 6 giugno Ministero della Sanità. Dipartimento della Programmazione. Regolamento recante l'aggiornamento della disciplina del flusso informativo sui con il Dott codice della prostata in ICD 10 dagli istituti di ricovero pubblici e privati.

National Centre for Classification in Health Australia. An integrated classification and diagnostic tool for community-based mental health services. Sidney: National Centre for Classification in Health, Linee guida per la selezione e la codifica delle con il Dott codice della prostata in ICD 10, degli interventi chirurgici e delle procedure diagnostiche e terapeutiche.

Agosto Dicembre Osservatorio Epidemiologico Regione Lazio. Regione Lombardia. Direzione Generale Sanità. Linee Guida per la codifica degli interventi chirurgici e procedure diagnostiche e terapeutiche. Linee Guida per la codifica delle diagnosi e degli interventi chirurgici e procedure diagnostiche e terapeutiche. Who Position Paper. Allergen immunotherapy: therapeutic vaccines for allergic diseases. Allergy ; 53 suppl. World Health Organization.